Fondo Unico Borse di Studio D.…

Fondo Unico Borse di Studio D.L.gs 63/2017 circolare MIUR 0000949 del 27/02/2018 Bando Modello di domanda PROROGA SCADENZA...

Read more

AL LICEO VOLTA VISITE SPECIALI…

Mercoledì 7 marzo alle ore 16.00 il Dott Vincenzo Calafiore, specialista in ortopedia presso l’Istituto...

Read more

Bando per l’attuazione della l…

Bando per l’attuazione della legge 10.03.2000, n.62 assegnazione di contributi (borse di studio) a sostegno...

Read more

Calendario Interventi di Recup…

Calendario Interventi di Recupero

Come deliberato dai Consigli di Classe in sede di Scrutinio Trimestrale le attività di recupero,...

Read more

FUTURE WE WANT. MODEL UNITED NATIONS. STUDENTS AS YOUNG LEADERS

FUTURE WE WANT. MODEL UNITED NATIONS. STUDENTS AS YOUNG LEADERS

Barbieri Claudio (V C), Barreca Marco (V F), Bova Martina (III F), Chiriatti Sabrina (V F), Cortese Elena (III F), Freno Alessia (IV B), Giglietta Selene (III D), Milasi Chiara (V C), Minutoli Marialaura (V D), Monteleone Fulvia (V C), Morabito Marica (III D), Naborrini Matteo (V C), Nucera Teresa (III D), Pellicanò Adriana (V C), Scollica Tracy (V C) e Smeriglio Aldo (V C) hanno rappresentato il nostro Liceo durante la simulazione di una riunione dell’Assemblea Generale dell’ONU in veste di delegati ufficiali di diversi paesi, quali Romania, Swaziland e Burkina Faso, dopo aver lavorato in sinergia con studenti di altre nazioni all’interno di specifiche commissioni (ECOFIN, DISEC, ECOSOC, GA LEGAL), che avevano il compito di trattare temi di rilevante interesse mondiale, quali problematiche ambientali ed economiche, l’eliminazione e prevenzione della violenza sulle donne, il disarmo e la sicurezza internazionale, la prevenzione della criminalità e la giustizia, l’emergenza sanitaria, la povertà e la distribuzione delle risorse mondiali. L’intero evento, inclusi i workshop svoltisi presso gli hotel Hilton e Sheraton, è stato senza ombra di dubbio un successo su ogni fronte. Gli studenti hanno avuto modo di esprimere la loro padronanza della lingua straniera e di relazionarsi tra loro in una realtà multiculturale, quella dell’ONU, in cui i confini non rappresentano barriere, acquisendo consapevolezza dei contesti politico-economici dei paesi del mondo e delle dinamiche di discussione e negoziazione che entrano in gioco nelle relazioni diplomatiche tra gli Stati.

FUTURE WE WANT. MODEL UNITED NATIONS. STUDENTS AS YOUNG LEADERS

Ogni studente, infatti, applicando le dovute regole di procedura apprese durante il corso di preparazione, si è calato nel ruolo di delegato partecipando attivamente ai vari workshop e meeting tenutisi, al fine di poter meglio comprendere le modalità con cui si svolge una tipica riunione dell’Assemblea Generale presso la Nazioni Unite, obiettivo ultimo del progetto. Sicuramente indescrivibile la sensazione provata dai ragazzi nell’entrare quasi nel cuore del mondo, un mondo di diplomazia, dialogo, cultura e tolleranza. Leggere le testimonianze dei grandi, osservare i loro ritratti alle pareti, così come entrare nelle grandi conferenze, ha colmato di valore e soddisfazione i cuori dei “giovani leader”. Rimangono indelebili le incoraggianti parole del Segretario Generale Maxton R. Scotland che, nel rivolgersi ai giovani delegati durante la cerimonia di chiusura, ha augurato a tutti i presenti un futuro radioso e ha lanciato agli studenti una sfida ambiziosa: quella di avere sempre coraggio, passione e determinazione, le armi necessarie per affrontare tutti gli ostacoli e divenire veri “agents of change” (fautori del cambiamento). Ma il viaggio in quella che sembrava una tanto lontana America non è finito qui, perché gli studenti, una volta lasciati i panni da delegati, si sono catapultati nella frizzante aria newyorkese, immergendosi nello stupore della “Grande Mela” che, di grande, ha davvero tanto, dagli immensi grattacieli allo sconfinato Central Park. Tante le visite ai luoghi di particolare rilevanza dal punto di vista storico ed artistico, fra cui il MoMA, il Metropolitan Museum, il Natural History Museum, la celebre Wall Street con il palazzo della Borsa, senza trascurare la commovente tappa al Memorial eretto per le vittime dell’11 settembre con il vicino World Trade Center, nonché l’Immigration Museum di Ellis Island che documenta l’intera storia dell’immigrazione in America e registra la presenza di numerosi nostri compatrioti come ben ha raccontato Mimmo Gangemi. Ricordi che rimarranno impressi nella mente degli studenti, uno per tutti, l’immagine della svettante Statua della Libertà. L’esperienza vissuta è stata così indimenticabile che qualunque ringraziamento porto al Dirigente Scolastico Prof.ssa Angela Maria Palazzolo per aver diffuso e incoraggiato un così ambizioso programma, alla Prof.ssa Giuditta Casile, tutor del progetto valido anche ai fini dell’alternanza scuola-lavoro e alla Prof.ssa Gabriella Cucinotta, che ha guidato e supportato gli studenti durante il viaggio, sarà solo un segno simbolico di gratitudine.

FUTURE WE WANT. MODEL UNITED NATIONS. STUDENTS AS YOUNG LEADERS

fin fiv2 fitet fitarco   logo Fed ginnastica italiana
           
logo Fit Logo FIJLKAM  logo fed ita pallacanestro LOGO -FIBa-300x300    
 logo-adspem web  AIL hospice logo-centaura
 avis  AIDO web