banner centrale alto


CALENDARIO ESAMI ECDL Session…

CALENDARIO ESAMI ECDL  Sessione Ordinaria A. S. 2017/2018

CALENDARIO ESAMI ECDL Sessione Ordinaria A. S. 2017/2018

Read more

ORARIO DI RICEVIMENTO MENSILE …

ORARIO DI RICEVIMENTO MENSILE DEI GENITORI -  A.S.2017/18

Si comunica che i Signori Docenti riceveranno i Signori Genitori in orario antimeridiano la prima...

Read more

INCONTRO SCUOLA FAMIGLIA NOVEM…

INCONTRO SCUOLA FAMIGLIA MERCOLEDI' 8 NOVEMBRE 2017 ORE 15:00 – 18:00 CLASSI I GIOVEDI' 9 NOVEMBRE...

Read more

INIZIA IL PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON ITALIA NOSTRA: "A PASSEGGIO CON LA STORIA...I CUSTODI DEL TERRITORIO RACCONTANO". ALLA SCOPERTA DI BRANCALEONE E STAITI.

italia nostra

 

ll Dirigente Scolastico Professoressa Angela Maria Palazzolo è stata felice di condividere il progetto che l’associazione Italia Nostra ha organizzato per il nono anno consecutivo; un percorso di conoscenza, salvaguardia e tutela del territorio con l’obiettivo di fornire strumenti per decodificare il contesto in cui i giovani si trovano a vivere, per riconoscere la bellezza nella natura e nelle opere dell’uomo e per conoscere le tradizioni custodite nei centri minori della provincia e ricercare le tracce della presenza di popoli diversi nella storia del territorio. Il progetto dal titolo “A passeggio con la storia… i «custodi del territorio» raccontano” mira a far incontrare ai ragazzi persone che amano il territorio, che si impegnano a custodire le tracce del passato per cui sono testimonianza vivente di cittadinanza attiva. La sperimentazione laboratoriale, la passeggiata nei luoghi che conservano traccia di incontro e mescolanza di popoli diversi fanno riflettere su come i beni culturali (materiali e immateriali) concorrano alla formazione della personalità e dell’identità del cittadino. Prima tappa della passeggiata è stata Brancaleone, cittadina lungo la costa dei Gelsomini, famosa per la schiusa delle uova delle tartarughe Caretta Caretta. Ad accogliere il gruppo consistente i primi “custodi” del territorio, il presidente della Pro loco, Carmine Verduci, e lo studioso Sebastiano Stranges. La visita alla casa, dove ha dimorato per otto mesi Cesare Pavese nel suo confino, è stata una scoperta per molti dei partecipanti perché l’incontro con il proprietario, la possibilità di vedere il letto, la scrivania, la lampada, la valigia di uno scrittore conosciuto solo sui libri e visto come molto lontano da noi ha suscitato interesse e desiderio di approfondirne la conoscenza. Ancora più indietro nel tempo e nello spazio la seconda tappa: Brancaleone Vetus. Il presidente Carmine Verduci ha illustrato attraverso piantine della città i momenti fondamentali della storia di una città oggi definita “città fantasma”. La visita al Parco archeologico ha permesso di comprendere la natura delle rocce di questa parte di Calabria, grazie alla brillante lezione geologica e archeologica dello studioso Sebastiano Stranges, di scoprire che anche nel nostro territorio, come per i SASSI di Matera, le abitazioni erano ricavate dalla roccia e per molto tempo la conformazione geologica ha permesso la vita in un luogo che oggi sembra dimenticato. Caratteristica la chiesetta bizantina, ricavata da una conformazione naturale “albero della vita”, in cui sono presenti i simboli della croce e di un pavone, le tracce di un fonte battesimale e di un forno per la cottura del pane, tipico del rito bizantino. I ragazzi con la guida di un altro custode del territorio, prof. Aurelio Galtieri, hanno potuto raggiungere e ammirare il paesino di Staiti, collocato in mezzo alle montagne dell’Aspromonte, ricco di storia, di cultura e tradizione come ha dimostrato la meravigliosa accoglienza dell’amministrazione comunale che ha messo disposizione un taxi sociale per il trasferimento dei ragazzi dal punto in cui hanno dovuto abbandonare il pullman al centro abitato che si raggiunge dopo aver superato una serie di tornanti che offrono un panorama favoloso. L’accoglienza del sindaco, avv. Giovanna Pellicanò, è stata calorosa: nella sala del Centro studi Agorà Città del Sole ha proiettato per i ragazzi un video sulla storia di Staiti e un documentario sulla produzione artigianale della ricotta. Il sindaco ha fatto da guida anche al museo che raccoglie le iconografie dei santi bizantini. Infine un capolavoro: l’Abbazia di Santa Maria di Tridetti, monumento bizantino dell’XI sec., dove il prof. Galtieri ha spiegato le diverse influenze culturali che caratterizzano questa chiesa, è presente la componente bizantina, normanna, qualche influsso arabo a testimonianza che il nostro territorio è terra di incontro di civiltà oggi come in passato. La giornata si è conclusa in modo positivo e l’esperienza si è rivelata unica perché questi luoghi non rientrano nei circuiti turistici delle famiglie e si apprezzano solo con la guida di chi li ama, li conosce e li difende. Le parole chiave della giornata storia, accoglienza, condivisione sono le parole d’ordine di ogni scuola che abbia a cuore la formazione dei propri alunni, come sottolineato dal Dirigente Scolastico del Liceo Volta Professoressa Angela Maria Palazzolo che si è detta entusiasta, ancora una volta, della partecipazione dei suoi studenti a questo progetto.  

fin fiv2 fitet fitarco   logo Fed ginnastica italiana
           
logo Fit Logo FIJLKAM  logo fed ita pallacanestro LOGO -FIBa-300x300    
 logo-adspem web  AIL hospice logo-centaura
 avis  AIDO web